lariosub.com


Vai ai contenuti

"Saint Nazaire" - Moneglia (GE)

I video di lariosub.com

Guarda il video
girato da Roberto
il 24 febbraio 2008

Saint Nazaire

Il Saint Nazaire, conosciuto anche come il “Vapore di Moneglia”, era una nave da carico armata battente bandiera francese. Costruita in Scozia nel 1919, era lunga 98,88m, larga 13,48m e stazzava 2.910t. Eseguiva trasporti di vari generi di merci per conto della marina tedesca (tanto da avere un equipaggio misto francese e tedesco).

Il 23/09/1943, mentre trasportava rifornimenti di generi alimentari e di fusti di carburante destinati alle truppe tedesche operanti in Italia, fu silurata al largo di Punta Rospo –Moneglia- (GE) dal sommergibile inglese Sibyl.

 

Ora questa nave giace, spezzata in due tronconi, su un fondale fangoso di 52m.

Nonostante la bassa profondità, questa è un’immersione piuttosto impegnativa a causa della scarsa visibilità che si è soliti trovare e dal fatto che non vi sia praticamente un centimetro quadrato di relitto senza cime, lenze e reti rese ancora più pericolose dal fatto che, in diversi punti, sono tenute sollevate per parecchi metri dai galleggianti.

I due tronconi del relitto formano tra loro una “L”: quello di poppa giace in assetto di navigazione mentre quello di prua giace sulla fiancata di destra.

Lo stato generale del relitto non è dei migliori in quanto è squassato in parecchi punti.




 
HMS Sibyl (P217)

Sibyl in navigazione

L’equipaggio del Sibyl

da www.cyberheritage.org

Il ponte del Sibyl

da Submariners Association Barrow-in-Furness Branch – www.submariners.co.uk


La costruzione dell’HMS Sibyl (P217 – classe S) fu impostata il 31/12/1940 nei cantieri Cammell Laird & Co. Limited (Birkenhead –U.K.-); varato il 29/04/1942, completato il 16/08/1942, fu demolito nel marzo del 1948.

La Classe S fu ideata nel 1930 per sostituire l’obsoleta Classe H; è costituita da battelli di piccole dimensioni in quanto dovevano operare nel Mediterraneo e nel Mare del Nord; nel corso di 15 anni, ne furono costruite 62 unità.

Il P217 (ex P67) apparteneva al terzo gruppo di unità costruite e si differenziavano dalle precedenti per avere un tubo lanciasiluri esterno ed un cannone da 20mm antiaereo.

Il P217 dislocava 872t in superficie e 990t in immersione; era lungo 66m, largo 7,2m ed aveva un pescaggio di 3,4m. La velocità era di 14,75 nodi in emersione e di 8 nodi in immersione. Aveva 48 uomini di equipaggio (dei quali 6 erano ufficiali).L’apparato motore era costituito da 2 motori diesel Admiralty (1.900Hp complessivi) e da due motori elettrici da 1.440Hp; aveva un’autonomia di 6.000 miglia.L'armamento consisteva in 3 mitragliatrici antiaeree, 6 tubi lanciasiluri da 21" con dodici siluri ed un cannone da 3''.

La carriera del Sibyl fu ricca di successi tra i quali si possono annoverare:

-14 marzo 1943 al comando del Lt. Turner silurò ed affondò il mercantile italiano Pegli (1.595tsl) al largo di Capo Gallo;
-11 aprile 1943 al comando del Lt. Turner lanciò 4 siluri contro il mercantile italiano Fabriano (2.943tsl) al largo di Punta Raisi; tutti i siluri mancarono il bersaglio;
-22 settembre 1943 al comando del Lt. Turner, al largo di Sestri Levante (GE), lanciò 4 siluri contro un mercantile da circa 1.500tsl facente parte di un convoglio tedesco; tutti i siluri mancarono il bersaglio;
-23 settembre 1943 al comando del Lt. Turner, al largo di Punta Rospo (Moneglia –GE-), silurò ed affondò il mercantile francese St. Nazaire (2.910tsl);
-30 settembre 1943 al comando del Lt. Turner, al largo di Bastia (Corsica –Francia) silurò ed affondò il dragamine ausiliario tedesco M7022/Hummer;
-15 novembre 1943 al comando del Lt. Turner, al largo di Mitylene (Grecia) affondò a cannonate il vascello greco Trias;
-19 novembre 1943 al comando del Lt. Turner, nel Golfo di Saloniki (Grecia) affondò a cannonate un vascello greco;
-20 novembre 1943 al comando del Lt. Turner, nel Golfo di Saloniki (Grecia) affondò a cannonate due vascelli greci;
-21 novembre 1943 al comando del Lt. Turner, nel Golfo di Saloniki (Grecia) affondò a cannonate un vascello greco;
-8 gennaio 1944 al comando del Lt. Turner, al largo di Capo Baba (Turchia) affondò a cannonate il vascello greco Taxiachos (32tsl);
-9 gennaio 1944 al comando del Lt. Turner, al largo di Baba Burnu (Turchia) affondò a cannonate un vascello;
-8 febbraio 1944 al comando del Lt. Turner, al largo di Creta, lanciò 2 siluri contro la petroliera tedesca Centaur (1.267tsl); tutti i siluri mancarono il bersaglio;
-8 maggio 1945 al comando del Lt. Murray, nello stretto di Malacca, affondò a cannonate 5 vascelli giapponesi;
-10 luglio 1945 al comando del Lt. Murray, nello stretto di Malacca, affondò a cannonate 11 piccole imbarcazioni giapponesi.


 

Il cannone del Sibyl

da Submariners Association Barrow-in-Furness Branch – www.submariners.co.uk

Affondamento di imbarcazione a Malacca

da www.cyberheritage.org

Cerca
stefano@lariosub.com
Copyright © 2003-2010 lariosub.com

Torna ai contenuti | Torna al menu