lariosub.com


Vai ai contenuti

Lorenzo Stucchi

Amici di lariosub.com

Lorenzo

Lorenzo (alias Cinghialemarino)

Il primo respiro sott’acqua è avvenuto, quasi per caso, nel 2000; un timido inizio che si è tramutato in una passione crescente, che mi ha spinto a sviluppare i primi livelli didattici e a cercare di accrescere le conoscenze collaborando nei diving durante l’estate e nei fine settimana (Genova – Centro Sub Tigullio; Ustica – La Perla Nera Diving)


Nel 2004 inizia la formazione tecnica, dapprima in circuito aperto e, più recentemente, in CCR sempre con Lorenzo Del Veneziano, che mi ha dato, inoltre, l’opportunità di partecipare ad alcune sue splendide “spedizioni” ed immersioni subacquee, tra cui la ricerca dei resti del relitto dello Yolanda (Mar Rosso), il Relitto delle Catene (o Hercules), il Calabria, il Vas, l’Hirondelle (Lago Lemano), la Tirpitz, etc.


“L’ASSETTO…..SECONDO LA CINGHIALESSA”

Nel 2005, pascolando sui fondali di Ustica, ho incontrato la “Cinghialessa”, una pessima subacquea, che, a distanza di qualche anno, continua a divertirsi come una matta sott’acqua e ad avere un curioso concetto di “assetto”.

Insieme abbiamo giocato creando il nostro sito: www.cinghialemarino.it per tutti coloro, che, in fondo in fondo, si sentono un po’ “cinghiali”.

Nel 2006 ho incontrato al Moregallo uno strano personaggio, dotato di carapace giallo stile tartaruga ninja itterica, che, emerso dal lago si è presentato mostrandomi uno splendido proiettile della 2° Guerra Mondiale. Ci siamo trovati!!

“ANIMALE LACUSTRE DAL CARAPACE GIALLO”

E con Fabio e Roberto ho cominciato a scoprire davvero il Mondo dell’Acqua Dolce secondo la loro personale concezione delle leggi della geometria subacquea, secondo la quale la distanza più breve tra due punti sommersi passa sempre e comunque dal fondo.

Neanche a dirlo, come loro, sono inspiegabilmente attratto dal “ferro” sommerso. Adoro visitare Relitti, in particolar modo quelli che, dal fondo, raccontano delle gesta e delle esperienze di persone e di guerra, e cercare di respirarne la Storia nella sua drammatica immobilità, affinché non vada perduta e, in qualche modo, possa contribuire ad onorarne la memoria.

L’obiettivo, ora, è quello di continuare a divertirmi e ad incantarmi con nuove esperienze subacquee, che mi permettano di ascoltare dal vivo altri “racconti” custoditi dal Mare e dai Laghi.


Menu di sezione:

Cerca
stefano@lariosub.com
Copyright © 2003-2010 lariosub.com

Torna ai contenuti | Torna al menu